Parte Horizon 2020: già pubblicati i primi bandi per la ricerca e l’innovazione nell’Unione Europea

Standard

Lo scorso 11 Dicembre 2013 la Commissione Europea ha pubblicato i primi inviti a presentare proposte relative ai progetti di Orizzonte 2020 (Horizon 2020), il programma di ricerca e innovazione dell’Unione europea con una dotazione di 80 miliardi di euro.
Con oltre 15 miliardi di euro di fondi previsti per il primo biennio, il programma contribuirà a sostenere l’economia della conoscenza europea e ad affrontare problematiche per migliorare in maniera tangibile le nostre vite.
Orizzonte 2020 abbraccia 12 aree su cui saranno incentrate le iniziative nel 2014/2015, includendo anche settori come l’assistenza sanitaria personalizzata, la sicurezza digitale e le città intelligenti.
La Commissaria europea per la Ricerca, l’innovazione e la scienza, Máire Geoghegan-Quinn, sottolinea che è stata ridotta la burocrazia al fine di rendere più semplice la partecipazione e invita caldamente i ricercatori, le università, le imprese, comprese le PMI, e le altre parti interessate a partecipare al programma.


ATTENZIONE!!!!
Seminario
“C2 Bioeconomy in Horizon 2020: Giornata Nazionale di Lancio Bandi 2014/2015”

ROMA, 19 dicembre 2013
MIUR – Sala C, Piazza John Fitzgerald Kennedy, 20
Organizzato da: “APRE – Agenzia per la promozione della ricerca europea” per conto del MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e in collaborazione con la Commissione Europea

Nella giornata informativa verranno presentati gli argomenti di ricerca del nuovo piano di lavoro 2014-2015 del tema sicurezza alimentare, agricoltura e selvicoltura sostenibile, ricerca marina e marittima e sulle acque interne nonché bioeconomia in Horizon 2020.
Si discuterà inoltre di quelle iniziative e partenariati sia europei che nazionali che sono strategici per una visione integrata dell’ambito bioeconomia.
Verranno, infine, illustrate alcune novità in merito alle regole di partecipazione, allo strumento per le Piccole e Medie Imprese e alla cooperazione internazionale.

Per maggiori informazioni, contatta APRE

Gli obiettivi, i temi e le modalità di partecipazione al programma 2014-2015 di Horizon 2020

Per la prima volta la Commissione ha indicato le priorità di finanziamento con un orizzonte temporale di due anni, fornendo ai ricercatori e alle imprese un’inedita certezza sulla direzione della politica di ricerca dell’UE.
La maggior parte degli inviti che saranno finanziati con la dotazione del 2014 è stata aperta lo scorso 13 Dicembre e molti altri seguiranno nel corso dell’anno.

Tutti gli Inviti-Bandi sono pubblicati sul Participant Portal della Commissione UE

I finanziamenti saranno orientati verso i tre pilastri fondamentali di Orizzonte 2020:

1) Eccellenza scientifica
Il programma finanzia i ricercatori di alto livello e le borse di ricerca Marie Sklodowska-Curie rivolte ai giovani ricercatori.

2) Leadership industriale
Si intende sostenere la leadership industriale europea in settori come le ICT, le nanotecnologie, la robotica, le biotecnologie e la ricerca spaziale.

3) Sfide della società
Progetti innovativi realizzati nel quadro delle sette sfide della società di Orizzonte 2020, riconducibili a: sanità; agricoltura, ricerca marittima e bioeconomia; energia; trasporti; azione per il clima, ambiente, efficienza sotto il profilo delle risorse e materie prime; società riflessive; sicurezza.

Gli inviti per il 2014-2015 includono anche uno strumento dedicato alle piccole e medie imprese, che prevede uno stanziamento di 500 milioni di euro distribuiti su due anni. Numerosi progetti tratteranno anche questioni di genere e sono previsti finanziamenti per stimolare ulteriormente il dibattito sul ruolo della scienza nella società.

I primi bandi di Orizzonte 2020 sono relativi a 12 aree di interesse:

1) Personalizzare la salute e la cura

2) Sicurezza alimentare sostenibile

3) Crescita blu: liberare il potenziale dei mari e degli oceani

4) Sicurezza digitale

5) Città e comunità intelligenti

6) Energia competitiva a basse emissioni di carbonio

7) Efficienza energetica

8) Mobilità per la crescita

9) Rifiuti: una risorsa per riciclare, riutilizzare e recuperare materie prime

10) Innovazione Acqua: aumentare il suo valore per l’Europa

11) Superare la crisi: nuove idee, strategie e strutture di governance per l’Europai

12) Salvaguardia e protezione della società, adattamento ai cambiamenti climatici

Alcuni elementi e attori trasversali a tutte le misure:
– Le Tecnologie abilitanti chiave (Key Enabling Technologies – KETs) sono al centro di una vasta gamma di applicazioni e prodotti intelligenti nuovi e futuri. Orizzonte 2020 sosterrà le nanotecnologie, i materiali avanzati e tecnologie di produzione e di lavorazione avanzate.
– Orizzonte 2020 fornirà un sostegno sostanziale all’innovazione attraverso attività come la prototipazione, sperimentazione, dimostrazione, sperimentazione, validazione del prodotto su larga scala e replicazione sul mercato, oltre ad un sostegno alla domanda ed alla sperimentazione di nuove forme di innovazione nel settore pubblico e nel sociale che siano un modello per il settore privato.
– Il settore Information and Communications Technology (ICT) può aiutare ad affrontare molte delle sfide sociali più pressanti per l’Europa in settori quali la sanità e l’ambiente e promuovere società sicure e inclusive.
– Scienze sociali e umanistiche (Social Sciences and Humanities – SSH) è un settore integrato in ognuno dei pilastri di Orizzonte 2020, con l’obiettivo di fornire una base di conoscenze per l’elaborazione delle politiche a livello comunitario, nazionale e regionale.
– La dimensione di genere è esplicitamente integrata in tutte le sezioni del programma di lavoro.
– La cooperazione internazionale nella ricerca e nell’innovazione è, anch’essa, una priorità trasversale in Orizzonte 2020. Il programma è aperto alla partecipazione di ricercatori provenienti da tutto il mondo.
Uno degli obiettivi previsti è quello di creare partenariati tra università ed imprese in Europa e nel mondo attraverso lo scambio di personale per un breve periodo.
– Si prevede che almeno il 60% del bilancio complessivo Orizzonte 2020 debba essere correlato allo sviluppo sostenibile.
– Il Consiglio europeo della ricerca (CER) continuerà, nell’ambito di Orizzonte 2020, a proporre finanziamenti a lungo termine per i migliori scienziati e per i loro gruppi di ricerca. In particolare sono previsti: Starting Grants per i migliori ricercatori all’inizio della carriera, Consolidator Grants per eccellenti ricercatori indipendenti, Advanced Grants per i ricercatori senior.
– Il Joint Research Centre della Commissione, finanziato da Orizzonte 2020, fornisce sostegno scientifico e tecnico indipendente.

Valutazione dei progetti:
Tutte le domande di sovvenzione UE saranno valutate da comitati di esperti indipendenti. Gli specialisti saranno estratti da un database di esperti: per candidarsi al ruolo di valutatore, occorre registrarsi al Partecipant Portal.
La fase di valutazione scientifica del progetto ha una durata di 5 mesi, in seguito ai quali, in caso di ammissione, il beneficiario deve sottoscrivere entro ulteriori 3 mesi la convenzione di sovvenzione con la Commissione Europea.

Per saperne di più:

Notizia del lancio dei primi Inviti Horizon 2020

Manuale online di Horizon 2020

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...