In partenza il Credito di imposta per assunzione di personale qualificato per la Ricerca e Sviluppo: prevista una piattaforma on-line per le imprese interessate all’agevolazione

Standard

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 16 del 21/01/2014 è stato pubblicato il Decreto MiSE del 23 Ottobre 2013 recante disposizioni per l’attuazione della misura di agevolazione – già prevista dal Decreto “Crescita 2.0” del 2012 – per le imprese che hanno assunto o assumeranno a tempo indeterminato personale per l’attività di Ricerca e Sviluppo.

Beneficiari

Persone fisiche e giuridiche titolari di reddito di impresa.

Oggetto dell’agevolazione

1) Costo aziendale (retribuzione lorda + contributi obbligatori), maturato o da maturarsi in un massimo di 12 mesi dalla data di assunzione, relativo alla assunzione a tempo indeterminato (anche a partire dalla trasformazione di contratti a tempo determinato) di personale in possesso di (in alternativa):

1.1) dottorato di ricerca universitario;
1.2) laurea magistrale in ambito tecnico o scientifico, purché impiegato in R&S.

2) Per le sole start-up innovative e gli incubatori certificati di imprese, è agevolabile anche – per un massimo di 12 mesi – il costo aziendale di assunzioni a tempo indeterminato mediante contratti di apprendistato.

Data di assunzione

Sono agevolabili le assunzioni effettuate a partire dal 26 Giugno 2012.

Intensità dell’aiuto

Indipendentemente dal numero di assunzioni effettuate, ciascun richiedente può fruire di un contributo massimo di 200.000 euro all’anno.
Il credito di imposta è pari, per ciascuna assunzione, al 35% dei costi aziendali.
Solo per le imprese non soggette a revisione dei conti, è previsto un ulteriore credito di imposta a copertura delle spese di certificazione contabile (max 5.000 euro entro il tetto di 200.000 euro all’anno).

Presentazione delle domande

Tramite piattaforma informatica che sarà operativa a seguito dell’approvazione, non ancora avvenuta, di un apposito decreto direttoriale del MiSE.

Fruizione del credito di imposta

In sede di dichiarazione dei redditi per l’anno in cui sono avvenute le assunzioni (anche “in compensazione” secondo le modalità che saranno chiarite dall’Agenzia delle Entrate).

Collegamenti

Decreto 23 Ottobre 2013 sulla Gazzetta Ufficiale
www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/01/21/14A00239/sg

Ministero dello Sviluppo Economico
www.mise.gov.it

Agenzia delle Entrate
www.agenziaentrate.gov.it

RIPRODUZIONE RISERVATA
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...