PAC 2014-2020: il Consiglio dei Ministri approva il piano delle scelte nazionali

Standard

PAC 2014-2020

Il documento “La nuova PAC: le scelte nazionali – Regolamento (UE) n. 1307/2013“, approvato dal Consiglio dei Ministri del 31 Luglio 2014, si pone l’obiettivo di indicare alla Commissione Europea le scelte nazionali relative all’applicazione della nuova PAC fino al 2020.
Tra le decisione prese, si segnala quella di destinare 80 milioni di euro all’anno alle imprese agricole condotte da giovani, con la maggiorazione del 25% degli aiuti diretti per 5 anni. Non percepiranno, invece, più aiuti i soggetti come le banche, le assicurazioni, le società immobiliari e finanziarie. Ora i nostri imprenditori agricoli hanno un anno di tempo per adeguarsi alla riforma in vista della prima domanda unica che avrà luogo nel 2015.
Il Cdm ha anche autorizzato la ripartizione degli aiuti destinati al sostegno accoppiato. Tali risorse saranno concentrate nei seguenti settori: zootecnia da carne e da latte, seminativi e olivicoltura.
Gli aiuti del cosiddetto Primo Pilastro della PAC (Pagamenti diretti) saranno completamente finanziati dall’Europa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...