Garanzia Giovani: spot del Governo destinato alle imprese in cerca di giovani competenze

Standard

Garanzia Giovani per le imprese: spot del Governo

AgevoBLOG – La piazza dei finanziamenti pubblici: Garanzia Giovani: spot del Governo destinato alle imprese in cerca di giovani competenze.

Annunci

Al via gli incentivi per la piccola mobilità: bonus assunzioni di 190 euro mensili

Standard

Beneficiari della Circolare INPS 32/2014: imprese che nel 2013 hanno assunto lavoratori licenziati per giustificato motivo da altre imprese anche micro.

Scadenza presentazione domande: 12 aprile 2024

Bonus: 190 euro per 12 mesi per ogni lavoratore assunto a tempo indeterminato, per 6 mesi per ogni nuovo assunto a tempo determinato; vale anche per stabilizzazioni e apprendistato

Fonte: 
Sole 24 Ore

Visita il sito http://www.inps.it

Bonus ricerca: previsto un potenziamento da parte del nuovo governo?

Standard

Il sottosegretario Delrio ha parlato nei giorni scorsi, in un’intervista al Sole 24 Ore, di un nuovo credito d’imposta per le imprese che assumono ricercatori.
Tale intenzione appena abbozzata sembra delineare la volontà del nuovo governo, in tema di innovazione, di estendere l’efficacia di strumenti già esistenti come il credito di imposta per assunzioni qualificate entrato in vigore lo scorso gennaio e quello per spese incrementali in ricerca previsto dal decreto Destinazione Italia appena convertito in legge.

Entrambe le misure possono contare, per un periodo che non supera i 3 anni, su risorse abbastanza limitate, con vincoli (come l’assunzione nel primo caso e la soglia minima di investimento nel secondo) che rischiano di frenare la loro efficacia potenziale.
Da qui l’esigenza di una loro estensione e potenziamento, già con il Jobs Act preannunciato da Renzi.

Altri riferimenti delle politiche di innovazione del nuovo governo sembrano essere la green economy e la spinta alla internazionalizzazione delle imprese (in particolare attraverso la diffusione dei temporary manager).

Fonte: Sole 24 Ore del 1/03/2014.

Credito di imposta per assunzioni ricerca e sviluppo

Standard

In partenza il Credito di imposta per assunzione di personale qualificato per la Ricerca e Sviluppo: prevista una piattaforma on-line per le imprese interessate all’agevolazione http://agevo-facile.blogspot.com/2014/01/in-partenza-il-credito-di-imposta-pe…

Visualizza articolo

Credito di imposta per assunzioni ricerca e sviluppo

Standard

In partenza il Credito di imposta per assunzione di personale qualificato per la Ricerca e Sviluppo: prevista una piattaforma on-line per le imprese interessate all’agevolazione http://agevo-facile.blogspot.com/2014/01/in-partenza-il-credito-di-imposta-per.html

In partenza il Credito di imposta per assunzione di personale qualificato per la Ricerca e Sviluppo: prevista una piattaforma on-line per le imprese interessate all’agevolazione

Standard

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 16 del 21/01/2014 è stato pubblicato il Decreto MiSE del 23 Ottobre 2013 recante disposizioni per l’attuazione della misura di agevolazione – già prevista dal Decreto “Crescita 2.0” del 2012 – per le imprese che hanno assunto o assumeranno a tempo indeterminato personale per l’attività di Ricerca e Sviluppo.

Beneficiari

Persone fisiche e giuridiche titolari di reddito di impresa.

Oggetto dell’agevolazione

1) Costo aziendale (retribuzione lorda + contributi obbligatori), maturato o da maturarsi in un massimo di 12 mesi dalla data di assunzione, relativo alla assunzione a tempo indeterminato (anche a partire dalla trasformazione di contratti a tempo determinato) di personale in possesso di (in alternativa):

1.1) dottorato di ricerca universitario;
1.2) laurea magistrale in ambito tecnico o scientifico, purché impiegato in R&S.

2) Per le sole start-up innovative e gli incubatori certificati di imprese, è agevolabile anche – per un massimo di 12 mesi – il costo aziendale di assunzioni a tempo indeterminato mediante contratti di apprendistato.

Data di assunzione

Sono agevolabili le assunzioni effettuate a partire dal 26 Giugno 2012.

Intensità dell’aiuto

Indipendentemente dal numero di assunzioni effettuate, ciascun richiedente può fruire di un contributo massimo di 200.000 euro all’anno.
Il credito di imposta è pari, per ciascuna assunzione, al 35% dei costi aziendali.
Solo per le imprese non soggette a revisione dei conti, è previsto un ulteriore credito di imposta a copertura delle spese di certificazione contabile (max 5.000 euro entro il tetto di 200.000 euro all’anno).

Presentazione delle domande

Tramite piattaforma informatica che sarà operativa a seguito dell’approvazione, non ancora avvenuta, di un apposito decreto direttoriale del MiSE.

Fruizione del credito di imposta

In sede di dichiarazione dei redditi per l’anno in cui sono avvenute le assunzioni (anche “in compensazione” secondo le modalità che saranno chiarite dall’Agenzia delle Entrate).

Collegamenti

Decreto 23 Ottobre 2013 sulla Gazzetta Ufficiale
www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/01/21/14A00239/sg

Ministero dello Sviluppo Economico
www.mise.gov.it

Agenzia delle Entrate
www.agenziaentrate.gov.it

RIPRODUZIONE RISERVATA
 
 

Il Decreto Lavoro premia le imprese che assumono giovani con un contributo fino a 11.700 euro

Standard

Il Decreto Legge 76/2013 (“Decreto Lavoro”) stabilisce, all’articolo 1, che i datori di lavoro che assumono giovani tra i 18 e i 29 anni considerati “svantaggiati” dal punto di vista occupazionale percepiscano dall’INPS un contributo pari ad un terzo della retribuzione lorda mensile imponibile del dipendente, e comunque non superiore a 650 euro mensili per un periodo di 18 mesi.
L’incentivo sarà reso disponibile a breve per le imprese del Mezzogiorno, mentre le Regioni del Centro-Nord, se vorranno avvalersi della dotazione prevista, dovranno darne comunicazione entro il 30/11/2013.
L’articolo riportato sotto è tratto dal dossier “Il nuovo lavoro” allegato al Sole 24 Ore del 10 Luglio 2013.
Per ulteriori informazioni, contatta Agevo Facile