Panorama inforegio: numero tematico sulla Politica di Coesione 2014-2020 (slideshare)

Standard

Panorama inforegio: thematic edition on Cohesion policy 2014-2020 from Alberto Cardino – AGEVOFACILE

Il tema principale dell’edizione invernale della rivista Panorama è la riforma della politica di coesione 2014-2020 e l’analisi in dettaglio dei cambiamenti che ne derivano per tutte le parti coinvolte. In un’intervista esclusiva, il presidente della Commissione europea Barroso sottolinea in che modo la politica di coesione agevolerà la crescita e l’aumento di posti di lavoro e contribuirà a raggiungere gli obiettivi della strategia Europa 2020.
Anche i nostri lettori hanno dato il proprio contributo al dibattito nella rubrica «Con parole proprie» in cui i rappresentanti degli Stati membri, delle regioni e delle associazioni di tutta Europa hanno condiviso le proprie idee sulla riforma e le speranze per il nuovo periodo di finanziamento.
In altri articoli di questo numero vengono delineati i punti chiave della riforma e le tematiche prioritarie; viene descritto il processo di approvazione del budget dal punto di vista del Parlamento europeo; vengono fornite informazioni su come richiedere gli aiuti e viene presentata un’analisi delle strategie di comunicazione e degli obblighi. La rivista contiene, inoltre, la consueta selezione di notizie e approfondimenti su progetti specifici da tutta l’UE.

Link:

http://ec.europa.eu/regional_policy/information/panorama/index_it.cfm

Panorama inforegio: numero tematico sulla Politica di Coesione 2014-2020 (slideshare)

Standard

Il tema principale dell’edizione invernale della rivista Panorama è la riforma della politica di coesione 2014-2020 e l’analisi in dettaglio dei cambiamenti che ne derivano per tutte le parti coinvolte. In un’intervista esclusiva, il presidente della Commissione europea Barroso sottolinea in che modo la politica di coesione agevolerà la crescita e l’aumento di posti di lavoro e contribuirà a raggiungere gli obiettivi della strategia Europa 2020.
Anche i nostri lettori hanno dato il proprio contributo al dibattito nella rubrica «Con parole proprie» in cui i rappresentanti degli Stati membri, delle regioni e delle associazioni di tutta Europa hanno condiviso le proprie idee sulla riforma e le speranze per il nuovo periodo di finanziamento.
In altri articoli di questo numero vengono delineati i punti chiave della riforma e le tematiche prioritarie; viene descritto il processo di approvazione del budget dal punto di vista del Parlamento europeo; vengono fornite informazioni su come richiedere gli aiuti e viene presentata un’analisi delle strategie di comunicazione e degli obblighi. La rivista contiene, inoltre, la consueta selezione di notizie e approfondimenti su progetti specifici da tutta l’UE.

Link:

http://ec.europa.eu/regional_policy/information/panorama/index_it.cfm

Accordo di Partenariato 2014-2020: al Governo resta da definire entro il 22 Aprile 2014 il numero di Azioni da finanziare

Standard

Il 22 Aprile 2014 è il termine ultimo entro cui il Governo italiano – la competenza è passata dal Ministro per la Coesione Territoriale, non confermato, al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio – deve consegnare la versione finale dell’Accordo di partenariato, cornice della nuova programmazione dei fondi UE 2014-2020.

In particolare, il Dipartimento sviluppo e coesione (DPS) sta limitando, su richiesta della Commissione UE per favorire un monitoraggio efficiente,  il numero di Azioni che ciascuno Stato deve identificare nell’ambito degli 11 obiettivi tematici fissati dalla UE. 

Si attende un ultimo passaggio del testo alla Conferenza Stato – Regioni, poi l’invio a Bruxelles e, finalmente, la costituzione della Agenzia nazionale per la Coesione, richiesta dalla Commissione per garantire una migliore capacità di gestione dei fondi da parte delle Regioni.
Per renderla operativa, a fine aprile dovrà essere nominato il direttore generale e approvato lo statuto.

Fonte: Sole 24 Ore del 29 Aprile 2014

Filo diretto GRATUITO con AGEVOFACILE: fai la tua richiesta sui finanziamenti alle (nuove) imprese, ti risponderemo entro 24 ore

Standard

AGEVOFACILE offre GRATUITAMENTE le sue competenze in materia di finanziamenti pubblici ed opportunità per le imprese e le start-up a chiunque ne faccia richiesta mediante apposito modulo disponibile all’indirizzo:

www.agevo-facile.it/richiesta_14.html 

Risponderemo GRATUITAMENTE a tutti entro 24 ore dalla richiesta.

Per una disamina ancora più approfondita, e soprattutto personalizzata, dell’oggetto della richiesta, AGEVOFACILE proporrà a ciascun richiedente, ovviamente libero di rifiutare l’offerta, di accedere al suo servizio di consulenza a pagamento per ottenere il quadro più dettagliato possibile delle opportunità disponibili. Il servizio è attivabile comodamente dalla piattaforma e-commerce di AGEVOFACILE.

Non farti sfuggire questa occasione!

Stanno, infatti, per arrivare nuove opportunità legate a provvedimenti dello Stato (decreto del fare, destinazione Italia, Invitalia, etc.) ed al ricco menu della programmazione dei fondi comunitari 2014-2020 (finanziamenti gestione diretta della Commissione; fondi strutturali e di investimento; fondo per lo sviluppo rurale, etc.). 

Non rimanere indietro, tieniti informato già da ora grazie ad AGEVOFACILE!


Lavori nei settori culturali e creativi? La tua organizzazione, già ora, può partecipare ai bandi di Europa Creativa 2014-2020

Standard

AgevoBLOG: Lavori nei settori culturali e creativi? La tua organizzazione, già ora, può partecipare ai bandi di Europa Creativa 2014-2020.

Visualizza articolo