Bonus libri: la (scarsa) serietà della nostra classe dirigente

Standard

Bonus Libri.

Destinazione italia, De Vincenti: il voucher per i libri è tutto a favore dei giovani.

Che coraggio affermare che non cambia nulla rispetto a quanto previsto inizialmente! Uno sconto per tutti diventa uno sconto per i soli studenti delle scuole superiori. La platea di beneficiari si restringe da 56 milioni di persone a…quante? 800 mila? E il Sottosegretario, invece di limitarsi a spiegare il radicale cambiamento della norma in sede di conversione in legge, dice che rimane l’obiettivo iniziale (far leggere di più i cittadini).

Come dire: l’obiettivo è diminuire la fame nel mondo, allora si prevedono nuove derrate a favore di un miliardo di persone, poi però si dice che si è scherzato e le derrate riguarderanno solo il Burundi, ma siamo bravi lo stesso perchè si persegue ugualmente la diminuzione della fame nel mondo.

Ecco, questa è la serietà della nostra classe dirigente, che pensa di infinocchiare i cittadini, perennemente elettori, con frasi retoriche e falsità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...